Snaidero dona due cucine destinate a persone con difficoltà motorie al Comune di Majano. | Snaidero
Cerca

06 Luglio 2021

Snaidero dona due cucine destinate a persone con difficoltà motorie al Comune di Majano.

Le cucine sono state progettate appositamente per questo contesto: facilmente accessibili ma anche belle.

Siamo felici di aver condiviso con tutta la comunità di Farla, frazione del comune di Majano, l’inaugurazione di due appartamenti da destinare a persone con difficoltà motorie ai quali abbiamo donato due cucine Snaidero.

Le cucine sono state progettate appositamente per questo contesto: facilmente accessibili ma anche belle.

La cucina proposta al piano terra è una FIRST in olmo New York dark, abbinato a piani in quarzo bianco virgo e piano snack, in continuità con gli armadi in laminato grigio piuma.

La cucina al primo piano è stata progettata e pensata per chi ha difficoltà motorie e ha la necessità di svolgere le azioni quotidiane in autonomia, grazie ad una cucina ribassata studiata per ottenere un'accessibilità totale per coloro che si muovono su sedia a rotelle: lavello con vasche ribassate, per consentire un agevole passaggio della carrozzina sotto al piano lavoro, lavastoviglie a cassetto portata ad un'altezza fruibile dall'utente, forno con apertura laterale per migliorare il livello di autonomia e sicurezza dei soggetti diversamente abili nel proprio ambiente domestico,  maniglie per permettere una miglior impugnatura, con ante in nobilitato Larice sbiancato, mensole e dettagli in azzurro Svezia, come anche il piano lavoro. Finiture dal gusto nordico orientato ad un'utenza giovane.

Alla cerimonia del taglio del nastro accanto il sindaco, Raffaella Paladin, il presidente del Consiglio regionale, Piero Mauro Zanin, il presidente della Comunità collinare Luigino Bottoni e Massimo Manelli, amministratore della Snaidero.

Il progetto è stato reso possibile grazie alla sinergia virtuosa del Consiglio, della Giunta regionale, che ha reso possibile l’intervento grazie al fondamentale finanziamento di 600mila euro e di Snaidero che ha donato le cucine con una customizzazione ad hoc.