Cerca

Design lovers

05 Giugno 2013
redattore3

Paolo Pininfarina racconta Ola 20

Incontriamo Paolo Pininfarina, l’ultimo erede di una delle famiglie più importanti e storiche nel mondo dell’automobile. Ma non solo ...

Ma non solo: classe 1958, laureato in Ingegneria meccanica presso il Politecnico di Torino, Paolo Pininfarina progetta dagli aerei agli stadi, dagli elementi di arredo fino ai complessi residenziali. Un design riconoscibile a prima vista, lineare, moderno, all’avanguardia, d’impatto. Un design che da vent’anni identifica alcuni dei modelli di Snaidero che hanno fatto la storia del marchio e che sono riconosciuti in tutto il mondo come l’espressione del vero Design Made in Italy sintesi, di eleganza, raffinatezza e cultura del dettaglio.

L’ottimismo del progetto Ola 20: la giusta interpretazione della tensione contemporanea verso il cosmopolitismo e la sostenibilità. Quali nuovi approcci al progetto, quali i nuovi “fruitori” da raggiungere?

“Ola 20” riprende lo spirito ottimista e futurista di Ola portandolo con natu­ralezza nel contesto contemporaneo. Resta la percezione estetica di sinuo­sità ma il risultato è più “leggero” ed è più sostenibile, al passo con i tempi attuali. La proposta Snaidero-Pinin­farina di 20 anni fa era più elitaria, era rivolta ad una ristretta nicchia di puristi del design. Oggi c’è una cer­tezza maggiore del contributo che la Pininfarina può dare a Snaidero ed i fruitori potranno essere più numerosi anche perché il prodotto è maturato godendo dei risultati tecnici e stilisti­ci di vent’anni di collaborazione.

I suoi progetti fanno pensare che il design può essere anche poesia, sinuosità e utopia. Ha mai pensato all’influenza dei suoi lavori sulla percezione che il “pubblico” ha del Design?

Osservando un gruppo di visitato­ri che ammirava la Cisitalia 202 in esposizione permanente al MOMA di New York mio nonno “Pinin”, fonda­tore della Pininfarina nonché desi­gner della Cisitalia, disse: “le cose che abbiamo creato appartengono agli altri”. La ricerca della funzionalità e dell’essenzialità ed il rigoroso rispetto dell’armonia e dell’equilibrio formale possono portare a momenti di straor­dinaria eccellenza in cui il design fa tendenza e viene a confondersi con l’arte. Nel progetto OLA originario penso di aver sperimentato qualcosa di simile: la consapevolezza di aver generato un prodotto iconico che at­traverso la sua forte personalità este­tica andava a ridefinire la percezione del pubblico al riguardo del design della cucina.

Dettaglio su cucine con penisola Snaidero - Ola 20 - foto 6 Dettaglio su cucine con penisola Snaidero - Ola 20 - foto 7 cucina moderna ola 20

Produzione di serie, ma unicità nei dettagli. Quanto conta nel suo lavoro l’apporto dell’artigiano?

La capacità artigianale è una delle ca­ratteristiche presenti nel DNA Pinin­farina da sempre, basti pensare alle realizzazioni di pezzi unici negli anni ’30, ’50 ed anche recenti, ma è capa­cità di eseguire e non è determinante dal punto di vista creativo. La possibilità di personalizzazione di un prodotto è certamente importante ma mi sento di dire che se un pro­dotto è iconico sa essere autonomo e senza tempo. Varianti, declinazioni, serie limitate arricchiscono l’offerta del prodotto ma non potranno mai sostituirsi alla sua identità originaria.

Tags

Ola20
Leggi commenti: 0
Scrivi un commento
Crea il tuo catalogo

Seleziona uno dei cataloghi che Snaidero ha preparato per te e personalizzalo con i tuoi dati.

La creazione del catalogo può richiedere qualche minuto.
La compilazione dei campi del form è obbligatoria.