Cerca
designer cuisine italienne Lucci Orlandini

Lucci e Orlandini

"Il design non deve imporsi come puro esercizio di forme ma deve valorizzare la funzionalità soprattutto con spazi concreti e funzionali che si rendono immediatamente accoglienti e familiari."

Specializzati nei settori dell'ufficio, delle sedute e della cucina, il duo creativo costituito dagli architetti Roberto Lucci (Milano 1942) e Paolo Orlandini (Grosseto 1941) nel corso della loro lunga carriera professionale hanno disegnato più di 250 prodotti per aziende appartenenti al mondo dell’arredamento. Il tutto con una mentalità creativa chiamata a valorizzare il potenziale evolutivo del progetto, dando grande rilevanza alla stretta integrazione fra la ricerca tecnologica e l’innovazione funzionale. Il loro approccio alla progettazione industriale si ispira a due principi fondamentali: la semplicità - perché il prodotto deve essere comprensibile a tutti, sia dal punto di vista estetico che funzionale - e la flessibilità - nel senso che i prodotti sono concepiti in modo da poter cambiare ed evolvere negli anni, per adattarsi alle trasformazioni del mercato e dei processi produttivi.

La collaborazione dei due progettisti con la Snaidero ha dato origine ad alcuni dei modelli più di successo e, nello stesso tempo, più rappresentativi del linguaggio progettuale del marchio. Fra di essi ricordiamo: "Sistema ES" (2001) vincitore del "Grand Prix de l’Innovation Design" della "Foire de Paris"; "Time" (2002), vincitore del "Good Design Award 2003" dello "Chicago Atheneum"; "Skyline" (2004), "Panoramica" (2004), "Florence" (2006) e "Forma" (2008).

Con "Sistema Es", il loro progetto d’esordio nella collaborazione con Snaidero, Lucci e Orlandini introducono alcuni elementi assolutamente innovativi nel panorama della progettazione domestica. La cucina, infatti, è un vero e proprio sistema modulare, caratterizzato da  una forte essenzialità di segno - intesa come programmatica eliminazione del superfluo - e da una leggerezza e dinamicità di volumi, grazie all’impiego di una linea chiara e comprensibile, che ricorda da vicino forme presenti e ben riconoscibili in natura. Anche la caratteristica morbidezza delle linee non è originata da una superficiale scelta estetica fine a se stessa. Ma, al contrario, essa è il frutto di un’attenta, puntuale e risolta analisi del rapporto funzionale e operativo che si instaura fra l’operatore e le due aree di lavoro: acqua e fuoco. Per cui, l'ideale linea retta che in tutte le comuni cucine corrisponde al piano di lavoro, qui si trasforma in una dinamica forma ad "Esse". E questo per meglio favorire ergonomicamente l’interazione fra le due aree e, nel contempo, per offrire una rispondenza più organica rispetto alla morfologia umana.

Orientamento progettuale davvero innovativo, quest’ultimo, tale da essere ulteriormente sviluppato - ed in maniera ancora più incisiva - anche in altri e successivi progetti come, ad esempio, nella cucina "Skyline". Quest’ultima, infatti, nasce proprio da un concetto di personalizzazione spinta del piano di lavoro. Il quale, quindi, diviene capace di adeguarsi in maniera pressoché totale alle personali (e per ognuno diverse) esigenze pratiche d’utilizzo, assecondando così i princìpi di una totale ergonomia. Un approccio alla progettazione domestica, questo, che, con una sorta di "rivoluzione copernicana" è capace di mettere al centro di ogni scelta la concretezza esistenziale dell'utente.

Anche quella di alcune particolari tipologie di utenti che, in special modo, necessitano di soluzioni ergonomiche superiori, come i disabili e gli anziani. A loro corrisponde "Skyline_lab", un'espansione funzionale del progetto originale. Ulteriore conferma, qualora fosse necessario, dell'autentica e concreta sensibilità dei due progettisti, sempre umanamente e programmaticamente attenti nell'orientare le proprie realizzazioni verso il miglioramento della qualità della vita in casa.

Crea il tuo catalogo

Seleziona uno dei cataloghi che Snaidero ha preparato per te e personalizzalo con i tuoi dati.

La creazione del catalogo può richiedere qualche minuto.
I campi contrassegnati dall' asterisco * sono obbligatori.