Cerca

ANNI '40-'50 LA RICOSTRUZIONE

RINO SNAIDERO DÀ INIZIO AD UNA GRANDE STORIA DI AZIENDA E DI FAMIGLIA

All'indomani di una guerra devastante per l'Europa e per il Friuli pochi hanno la forza ed il coraggio per guardare oltre. Ed ancora meno sono coloro in grado di progettare il futuro. Fra questi pionieri del dopoguerra c'è Rino Snaidero, un friulano tutto d'un pezzo, come si diceva e si dice. Il giovane decide di raccogliere su di sé la sfida dei tempi e quella che sarà poi la scommessa - vinta - di una vita.

Una scommessa basata sull’intelligenza della testa e delle mani: sulla virtù del lavoro, insomma. E così, nel gennaio del 1946, Rino fa per la prima volta quello che farà poi sempre, per tutta la sua lunga vita: rompe con la tradizione innovando. Interrompe quindi la tradizione familiare e decide di farsi artigiano e produttore di mobili. Ma lo fa impiantando ed inaugurando il suo laboratorio dietro la casa di suo padre, a Deveacco, frazione di Majano (Ud). E significativamente, sempre nello stesso anno, il 9 marzo, si sposa, fondando così anche la propria famiglia.

A questo punto Rino vede rinnovarsi in sé la volontà di creare delle opportunità di lavoro e delle prospettive serene e stabili per i propri paesani e, nel futuro, per i propri figli. Senza così correre il rischio - che fino ad allora era la quasi certezza – di vederli tutti un domani partire ed intraprendere la strada di sacrificio rappresentata dall’emigrazione. Il progetto aziendale e familiare vengono così, in qualche modo, a coincidere.

entrepreneur cuisine italienne Rino SnaideroNel suo primo laboratorio Rino impiega già sedici persone. Nei primi tempi si producono solo camere da letto e poi anche i serramenti per le nuove unità abitative. Il laboratorio non basta più. Un nuovo capannone prende il posto di quello che era l’orto di papà Francesco e qui trovano ricovero nuovi macchinari che gli permettono di affinare ulteriormente la produzione. La quale, da artigianale, passa ad una prima dimensione più compiutamente industriale, introducendo la serialità. Una casa presa in affitto, sempre a Deveacco di Majano (Ud), viene destinata a prima mostra permanente della produzione aziendale.

Nel 1959, anno davvero cruciale per la storia e lo sviluppo dell'Azienda, Rino prende tre importantissimi decisioni. Crea la "Rino Snaidero & C.", trasformando quello che nominalmente era ancora un laboratorio in una vera e propria realtà aziendale strutturata. Opta definitivamente per la sola produzione di mobili da cucina, ottimizzando così e serializzando le linee di produzione in un’ottica già compiutamente industriale. Investe i risparmi messi da parte in un ettaro di terreno a Majano (Ud), in quello che allora si chiamava viale Europa Unita e che ora ha il nome di viale Rino Snaidero Cavaliere del Lavoro. E qui, in seguito, il 9 gennaio del 1960, viene inaugurato il nuovo insediamento industriale dell’Azienda.

Se è vero che fra le virtù dell’imprenditore e del pioniere oltre al coraggio deve aggiungersi la lungimiranza, Rino Snaidero comprende rapidamente i cambiamenti in atto e l'evolvere dei tempi e del gusto. A distanza di pochi anni dall'immediato dopoguerra, infatti, capisce che le camere da letto non rappresentano più un fertile terreno commerciale e di ricerca. Sono le prime cucine americane, quelle di nuova concezione e modulari, intraviste sulle riviste ad accendergli la fantasia. I primi elettrodomestici già sconvolgono l'ordine tradizionalmente costituito nello spazio cucina. Esso, pertanto - riflette Rino -  deve essere riorganizzato  secondo un nuovo ordine e un nuovo criterio antropologico. E quindi, con ciò, tale sfida rappresenterà anche la più nuova, e la più proficua frontiera commerciale e di ricerca nella quale, da ora in poi, cimentarsi. E da protagonisti.

Crea il tuo catalogo

Seleziona uno dei cataloghi che Snaidero ha preparato per te e personalizzalo con i tuoi dati.

La creazione del catalogo può richiedere qualche minuto.
I campi contrassegnati dall' asterisco * sono obbligatori.