Cerca

Food lovers

26 Luglio 2016
aperitivo greco Ouzo
snaidero_1

#SNAIDEROHAPPYHOUR: L'OUZO, APERITIVO DALLO SPIRITO GRECO

Vacanze in Grecia? Non dimenticatevi di bere il liquore tipico di questa nazione: l'ouzo

Il liquore più noto in Grecia è un distillato senza fronzoli, dal gusto retrò, capace di sorprendere anche le ragazze del Coyote Ugly. Qui si parla dell'Ouzo, popolare distillato che si impone negli aperitivi greci come in Italia lo Spritz.

Con etichette e bottiglie che ricordano le stesse presenti nei Bar Sport di quartiere, l’ouzo è ottenuto dalla distillazione del mosto d’uva (prevalentemente passita) e aromatizzato con anice o, in casi meno frequenti, con liquirizia, menta ochiodi di garofano. Questo liquore non ha una storia antica e non si conosce bene il momento preciso della sua nascita ma questo non ne ha compromesso l’affermazione a liquore tradizionale della Grecia. A oggi la zona di produzione più grande è nella zona di Plomori, appartenente al comune di Lesbo.

Incerta è l'origine del nome. Secondo alcuni il termine ouzo deriva dalla parola turca "uzum" che in turco  significa "raspo d'uva". Secondo altri la bevanda veniva esportata a Marsiglia in contenitori in cui veniva apposta la dicitura "uso Massalia" a indicarne la destinazione. Col tempo la dicitura divenne sinonimo di buona qualità della bevanda e, scomparso il termine Massalia, rimase il solo termine "uso" che, traslitterato si trasformò in "ouzo".

Il consumo dell'ouzo è popolare e noto a tutti i livelli della società: è un chiaro segnale alla voglia di relax e divertimento, tanto da definirlo una bevandaindisciplinata. La tradizione vuole l’ouzo venga consumato in modo spartano, senza fretta e sempre accompagnato da mezedes, piccoli spuntini a base di pesce come polpo, sarde e calamari o di verdure e formaggi. Le mezedes devono essere rigorosamente salate per contrastare la forte aromaticità e la tendenza al dolce dell’ouzo.

Procedura:

Preparare un cocktail rinfrescante tipicamente greco è semplice perché non esistono regole fisse, servono solo ouzo, acqua e ghiaccio: le proporzioni potete sceglierle voi, in base ai gusti e in base a quanto è stata orrenda la giornata. Se invece siete dei puristi del distillato, l’ouzo è perfetto anche come digestivo dopo i pasti e in questo caso va consumato liscio.

Fonte: Agrodolce
Leggi commenti: 0
Scrivi un commento
Crea il tuo catalogo

Seleziona uno dei cataloghi che Snaidero ha preparato per te e personalizzalo con i tuoi dati.

La creazione del catalogo può richiedere qualche minuto.
La compilazione dei campi del form è obbligatoria.