Cerca

Quality lovers

Guida all'acquisto

18 Marzo 2013
cucina moderna board
sandra f

PERCHE' SCEGLIERE L’INDUZIONE?

Ci sono almeno sette buoni motivi per scegliere la cottura ad induzione in cucina. Scopri insieme a Snaidero una cottura che è già assai diffusa. Ti piacerà!

Mentre all’estero la cottura a induzione esiste da oltre 20 anni, in Italia solo ultimamente si sta diffondendo come reale alternativa alla cottura a gas. I costi elevati della corrente elettrica, la difficoltà di gestire tutti gli apparecchi elettrici di un’abitazione con i classici contatori da 3 kW e infine la tradizione culinaria italiana che per la cottura predilige la fiamma sono solo alcune delle argomentazioni che si sono levate a sfavore della tecnologia a induzione, a discapito dei suoi enormi vantaggi: sicurezza, velocità, risparmio energetico ed una grandissima funzionalità.
Scopriamo i 7 buoni motivi per scegliere l’induzione in cucina.

  1. SICUREZZA: IL PIANO RIMANE FREDDO ANCHE DURANTE LA COTTURA: con l’induzione infatti non è il piano a trasferire calore alla pentola, ma è la pentola che si scalda. Massima sicurezza per tutta la famiglia, bambini compresi infatti il piano cottura non si attiva accidentalmente, senza una pentola di almeno 12 cm di diametro il piano non si attiva. Quindi oggetti di piccole dimensioni (cucchiai, forchette, mestoli ecc..) non provocano l’accensione accidentale.
     
  2. COTTURA CONTROLLATA: l’induzione permette di variare rapidamente la temperatura ad esempio si può immediatamente bloccare l’ebollizione del latte senza che questo fuoriesca dalla pentola.
     
  3. FACILE PULIZIA: la superficie liscia e sempre fredda del piano ad induzione, permette una facile pulizia con una normale spugna. Bastano una spugna umida e una goccia di detersivo per piatti per far tornare il piano cottura sempre bello, lucido e perfetto. Inoltre l’assenza di griglie e bruciatori rende la pulizia molto più veloce rispetto a quella di un normale piano a gas.
     
  4. UN PIANO DI LAVORO AGGIUNTIVO: non avendo griglie né bruciatori un piano cottura induzione, quando non utilizzato, diventa un piano di lavoro aggiuntivo.
     
  5. RAPIDITÀ: il piano cottura ad induzione consente di ridurre sensibilmente i tempi di cottura, basti pensare che per far andare in ebollizione 2 litri di acqua con il gas ci vogliono circa 8 minuti mentre con l’induzione soltanto 5.
     
  6. EFFICACIA: il piano cottura induzione sfrutta al massimo l’energia assorbita. L’induzione trasmette alla pentola il 90% del della potenza assorbita, rendendo la cottura estremamente veloce. Le altre fonti di calore invece, disperdono nell’ambiente circostante quasi il 50 % dell’energia assorbita e di conseguenza la cottura è più lenta e meno efficace.
     
  7. FLESSIBILITÀ: la cottura può essere molto dolce o molto vivace, il piano cottura prevede diversi livelli di potenza per effettuare ogni cottura in modo semplice e veloce. 

Ed ora chiariamo i dubbi più comuni sulla cottura ad induzione.

IL PIANO DI COTTURA AD INDUZIONE FUNZIONA ANCHE CON UN CONTATORE DA 3,3 K?

L’induzione è un innovativo sistema che, generando il calore direttamente sul fondo della pentola, permette di risparmiare energia, di cucinare più velocemente e di farlo in tutta sicurezza. Molti produttori hanno a disposizione prodotti depotenziati o con speciali funzioni per regolare la potenza in modo tale da poter essere utilizzati anche con una normale utenza domestica da 3,3 Kw. Prima di procedere all’acquisto di un piano cottura induzione è bene verificare l’impianto elettrico alcuni piani cottura induzione arrivano ad assorbire quasi 8 KW quindi è necessario che la sezione dei cavi ai quali verrà collegato il piano cottura induzione sia adeguata. Infatti molti produttori consigliano il collegamento alla rete elettrica con cavi di 2,5 mm2 di sezione , e in ogni modo la linea dovrà essere dedicata e protetta da un interruttore magnetotermico con valore d’intervento adeguato alla sezione e lunghezza della stessa, secondo CEI 64-8.

L’INDUZIONE AGISCE SUL CIBO?
No. Nella cottura a induzione il calore scalda solo la pentola e, diversamente da quanto succede con le microonde, non agisce direttamente sul cibo. L’induzione è un sistema di cottura alternativo a quello elettrico o a gas. Le vostre ricette non dovranno essere modificate, cosi come i sapori e gli aromi ai quali siete abituati.

CUCINARE AD INDUZIONE COSTA DI PIÙ RISPETTO ALL’UTILIZZO DEL GAS?
No. Il rendimento è senza dubbio uno dei tanti vantaggi della cottura a induzione. I piani a induzione sfruttano al meglio la potenza dell’energia elettrica ottenendo il calore più velocemente rispetto ai piani a gas o elettrici. Cucinando a induzione si sfrutta il 90% dell’energia assorbita, mentre con un piano a gas se ne sfrutta solo il 55%. Guarda la tabella qui sotto:

Tecnologia
Potenza utilizzata
Potenza in pentola
Resa
Induzione
1.200 W
1.100 W
90%
Gas
2.000 W
1.100 W
55%
Elettrico
2.000 W
1.100 W
50%

A parità di potenza, per cucinare con il gas si utilizzano oltre 2,2 kW, invece con l’induzione solo 1,2 kW. L’induzione dunque, è sicuramente il sistema di cottura più efficiente. Dal punto di vista puramente economico possiamo affermare che, anche a fronte di un differente costo tra energia elettrica e gas, l’esperienza quotidiana delle migliaia di clienti che già stanno utilizzando l’induzione dimostra una sostanziale parità di costo. ciò con indiscutibili guadagni in termini di sicurezza e velocità.

ACQUISTANDO UN PIANO A COTTURA AD INDUZIONE DEVO CAMBIARE TUTTE LE PENTOLE?
No. Per funzionare sui piani cottura a induzione, le pentole devono avere un fondo ferroso. Per questo, l’80% delle pentole in acciaio, anche quelle antiaderenti e quelle in ghisa possono essere adatte ai piani cottura a induzione. Molte pentole, sul fondo, riportano dei simboli che indicano su quali tipi di piani cottura possono essere utilizzate. Diversamente, basta prendere una calamita e appoggiarla sul fondo della pentola. Se aderisce è adatta. Ad ogni modo se si utilizza una pentola non adatta non succede assolutamente nulla. Non viene semplicemente emesso calore. Non vi saranno danni per la pentola e neppure per il piano cottura.

SE I BAMBINI GIOCANO IN CUCINA POSSONO ACCENDERE IL PIANO COTTURA AD INDUZIONE? POSSONO SCOTTARSI?
No. Anche in caso di accensione accidentale, nel momento in cui il rilevatore non percepisce la pentola sul piano, la cottura non viene attivta. Di conseguenza non viene prodotto calore e dopo alcuni secondi il piano si spegne da solo. Per esempio SIEMENS, per ulteriore sicurezza ha dotati tutti i piani di un dispositivo di sicurezza che permette di bloccare comunque l’accensione.
 

Leggi commenti: 0
Scrivi un commento
Crea il tuo catalogo

Seleziona uno dei cataloghi che Snaidero ha preparato per te e personalizzalo con i tuoi dati.

La creazione del catalogo può richiedere qualche minuto.
La compilazione dei campi del form è obbligatoria.