Cerca

Food lovers

04 Febbraio 2016
dolci carnevale
snaidero_1

NON SOLO CHIACCHIERE: DOLCI DI CARNEVALE DA LECCARSI I BAFFI

Siamo golosi, lo sapete già! Ogni occasione è buona per cercare nuovi prodotti ma anche nuove ricette e nuove informazioni su cibi e bevande tipiche di luoghi...

Siamo golosi, lo sapete già! Ogni occasione è buona per cercare nuovi prodotti ma anche nuove ricette e nuove informazioni su cibi e bevande tipiche di luoghi, di periodi dell’anno e così via. Quando eravamo bambini aspettavamo il carnevale con ansia per poterci mascherare e per avere la scusa per organizzare scherzi agli amici, adesso per noi il Carnevale è molto meno goliardico e molto più "succulento". In poche parole... pensiamo ai dolci! Alle chiacchiere si, ovviamente, ma non solo: infatti le chiacchiere (anche dette bugie, crostoli, sfrappe, cenci, fiocchi...) sono solo i dolci di carnevale più conosciuti ma non sono gli unici. Vi raccontiamo qualcosa anche degli altri:

Le Castagnole
Sono i dolci carnevaleschi più conosciuti dopo le chiacchiere: altro non sono che piccole frittelletipiche della Romagna ma preparate un po’ in tutta italia e chiamate in maniera diversa in base alla zona (a Milano ad esempio prendono il nome di Tortelli) ma si tratta dello stesso dolce: sono piccole come delle castagne o dei bignè, hanno un cuore morbido e vengono servite cosparse di zucchero a velo. Esiste una variante ancora più morbida preparata con la ricotta nell’impasto che riuscirebbe ad ammaliare anche chi non ama i dolci.

I Ravioli dolci
Anche i ravioli in quanto a golosità ….non scherzano!  Sono anch’essi tipici del periodo di carnevale e caratterizzati dall’impasto esterno simile a quello delle chiacchiere, in più però sonoripieni di confettura o di ricotta e cioccolato. Si trovano nella versione fritta o in quella più leggera preparata al forno. In ogni caso il risultato è sublime e irrinunciabile.

Le Fritole
Sono dei dolci simili alle Castagnole, tipici di Venezia. Anche in questo caso si tratta di piccole frittelle preparate con una pastella di farina, uova, latte, zucchero, uva sultanina e pinoli. A Venezia è possibile trovarle sia nella versione vuota, servita semplicemente con una  spolverata di zucchero sopra, o nella versione ripiena di creme o marmellate.

Gli arancini di carnevale
Ovviamente non hanno nulla a che fare con gli omonimi siciliani. In questo caso si parla di dolci tipici delle marche e in particolare di Ancona. Sono delle sfoglie dolci aromatizzate con succo e buccia di arancia, arrotolate e tagliate a fette in modo da ottenere una sorta di girelle, che poi vengono fritte e ricoperte di miele. Molto Appetitosi, non trovate?

La Cicerchiata  
E’ un dolce tipico dell’Abbruzzo, delle Marche e del Molise. Somiglia molto agli struffoli napoletani ed è composto da palline di pasta fritte nell’olio e nello strutto, mescolate con miele per poi formare dei mucchietti che diventeranno un blocco unico appena il miele si raffredderà e il risultato sarà  una meraviglia per il palato.

Questi sono i dolci carnevaleschi della tradizione italiana che ci sono venuti in mente, voi ne conoscete altri da segnalare? Raccontateci, non vediamo l’ora di scoprirne altri!

Fonte: www.goostalo.com
Leggi commenti: 0
Scrivi un commento
Crea il tuo catalogo

Seleziona uno dei cataloghi che Snaidero ha preparato per te e personalizzalo con i tuoi dati.

La creazione del catalogo può richiedere qualche minuto.
La compilazione dei campi del form è obbligatoria.