Cerca

Quality lovers

Guida all'acquisto

07 Maggio 2013
silvia

MICROONDE: PREGIUDIZI E PUNTI FERMI

Quali sono i reali vantaggi ed i limiti in cucina?

La cottura a microonde sfrutta l’emissione di calore prodotta dalle microonde di una sorgente esterna. E’ un tipo di cottura definita non convenzionale, in cui tale trasmissione di calore avviene dall’interno dell’alimento, che risulta più caldo, fino agli strati esterni, esattamente l’opposto rispetto alle normali forme di cottura. In maniera molto semplicistica tale cottura si può spiegare attraverso la trasmissione delle microonde da parte di una sorgente (il magnetron del nostro forno) in tutto l’alimento e conseguente vibrazione delle macromolecole, in maniera particolare l’acqua, che lo costituiscono; tale movimento molecolare produce calore che cuocerà il cibo.

Quali sono i reali vantaggi ed i limiti in cucina?

Un dubbio vantaggio è la rapidità nella cottura: questo perché le microonde agiscono direttamente nell’alimento e non sull’ambiente che lo circonda come ad esempio il forno tradizionale. Per lo stesso motivo, è possibile scongelare e cuocere i cibi molto velocemente.

Un limite considerevole è il porre particolare attenzione ai contenitori dell’alimento: sono perfetti per tale tipo di cottura la ceramica, il vetro, la plastica per uso alimentare meglio se per microonde (più resistente e non deformabile), mentre sono vietati materiali metallici (alluminio, rame, acciaio...) ed i contenitori di carta che interferiscono con il campo elettromagnetico del forno.

Uno svantaggio da tenere in considerazione potrebbe essere il riscaldamento e la cottura non omogenei dipendendo dalla matrice alimentare; ad esempio il cuore del prodotto è più caldo rispetto all’esterno. Un accorgimento può essere posizionare l’alimento non al centro del piatto rotante.

Attenzione alla cottura di particolari cibi “chiusi”, le patate intere o le mele intere o cibi in contenitori ermetici: bisogna ricordarsi o di bucherellarle o di creare uno sfogo nella confezione; questo perché avviene l’effetto “pentola a pressione”, con il calore evapora un po’ d’acqua dell’alimento che tenderà ad uscire aumentando la pressione. Per lo stesso motivo non è bene cuocere a microonde le uova intere.

Ricordiamoci, inoltre, che i forni a microonde di ultima generazione, associano anche il grill, dando la possibilità di scongelare il pollo, cuocerlo a microonde in tempi ridottissimi e renderlo dorato e croccante in superficie con il grill. Quindi La combinazione di questi modi di riscaldamento garantisce una cottura paragonabile a quella del forno tradizionale, ma a tempi più che dimezzati. In ogni caso è un tipo di cottura a cui ci si deve abituare, adottando piccoli trucchetti che ne evitano eventuali problemi, come ad esempio porzionare l’alimento in modo che la cottura lo raggiunga tutto ed in maniera uniforme. Vediamo pertanto che la cottura a microonde è diversa da quella tradizionale, e quindi occorrerà un po’ di esperienza per riuscire a capire i giusti tempi di cottura, ma anche i cibi che meglio si adattano ad essere preparati nel forno a microonde.

Riguardo alle alterazioni degli alimenti tanto temute, si può affermare che tale tipo di cottura provoca perdite di nutrienti, come le vitamine ad esempio, che sono paragonabili alla cottura tradizionale, in quanto tali diminuzioni sono legate alla temperatura di cottura e non alla modalità. Anzi, il microonde consente di cuocere ad esempio le verdure bollite in meno acqua, con conseguente minor perdita dei macro e micro costituenti contenuti.
E’ un luogo comune erroneo pensare inoltre, che tali radiazioni rimangono nell’alimento creando danni per la salute: le microonde a contatto con i cibi si trasformano immediatamente e totalmente in calore, senza alcuna possibilità di danni o malattie.
Consideriamo inoltre il dispendio energetico: le microonde agiscono solo sull’alimento e non sui contenitori o l’ambiente circostante, richiedendo quindi meno tempo e meno dispendio energetico, rispetto alle altre forme di cottura tradizionali, in modo particolare poi se sono utilizzati elettrodomestici di ultima generazione, dove i costi energetici saranno davvero contenuti.

Quindi è un tipo di cottura che non altera in maniera anomala l’alimento, non influisce sulla salute del consumatore e può considerarsi ampiamente paragonabile ad altre forme di cottura, con il vantaggio dell’enorme rapidità di riscaldamento.

Leggi commenti: 0
Scrivi un commento
Crea il tuo catalogo

Seleziona uno dei cataloghi che Snaidero ha preparato per te e personalizzalo con i tuoi dati.

La creazione del catalogo può richiedere qualche minuto.
La compilazione dei campi del form è obbligatoria.