Cerca

Food lovers

Mangiare bene, mangiare sano

13 Febbraio 2013
silvia

LA TIPICIZZAZIONE DEI PRODOTTI ALIMENTARI ITALIANI

Dop, Igp e Stg: caratteristiche e differenze. Produzioni protette, valorizzate e sviluppate dalla Comunità Europea per tutelare la valenza territoriale e della tradizione.

La storia e le tradizioni del nostro Paese risiedono non solo nella cultura, nella storia dell’arte nei beni storici, ma anche nel grande patrimonio agroalimentare italiano; l’Italia infatti vanta una quantità considerevole di prodotti tipici legati al territorio ed alle tradizioni locali.
Proprio per proteggere, valorizzare e sviluppare tali produzioni la Comunità Europea ha emesso recentemente due decreti legislativi con l’intento di tutelare il consumatore nella conoscenza della produzione di prodotti tipici con forte valenza territoriale e grande tradizionalità.
L’Italia vanta attualmente il primato europeo tra i prodotti riconosciuti con la qualifica di Denominazione d’Origine Protetta o DOP, Indicazione Geografica Protetta o IGP, Specialità Tradizionale Garantita o STG. E' grazie a questi sistemi che è possibile incoraggiare le produzioni agricole e i produttori, proteggendo i nomi dei prodotti contro imitazioni ed abusi, e aiutando nel contempo i consumatori a riconoscere e a scegliere la qualità.

Cerchiamo di evidenziare le caratteristiche e le differenze tra questi marchi volontari:

  • Il Reg. CE 510/2006 definisce il Prodotti di Origine Protetta siglati anche DOP in cui si estende la tutela del marchio nazionale DOC (Denominazione di Origine Controllata) a tutto il territorio europeo. Il marchio designa un prodotto originario di una regione e di un paese le cui qualità e caratteristiche siano essenzialmente, o esclusivamente, dovute all'ambiente geografico (termine che comprende i fattori naturali e quelli umani). Tutta la produzione, la trasformazione e l'elaborazione del prodotto devono avvenire nell'area delimitata e seguire precisi disciplinari di produzione. Un esempio lo troviamo nel Prosciutto San Daniele DOP. Tale regolamento definisce anche i prodotti ad Identificazione Geografica Protetta con sigla IGP; la sigla identifica un prodotto originario di una regione e di un paese le cui qualità, reputazione e caratteristiche si possono ricondurre all'origine geografica, e di cui almeno una fase della produzione, trasformazione ed elaborazione avvenga nell'area delimitata.

    Ad esempio conosciamo il Lardo di Colonnata IGP.

  • Il Reg. Ce 509/2006 riguarda i prodotti STG o Specialità Tradizionale Garantita, in cui viene riconosciuto il carattere di specificità di un prodotto agro-alimentare, inteso come elemento od insieme di elementi che, per le loro caratteristiche qualitative e di tradizionalità, distinguono nettamente un prodotto da altri simili. Ci si riferisce, quindi, a prodotti ottenuti secondo un metodo di produzione tipico tradizionale di una particolare zona geografica, al fine di tutelarne la specificità. Sono esclusi da questa disciplina i prodotti il cui carattere peculiare sia legato alla provenienza o origine geografica; questo aspetto distingue le STG dalle DOP e dalle IGP.

    Ad esempio la Mozzarella STG

    Questi riconoscimenti comunitari costituiscono una valida garanzia per il consumatore, che è certo così di acquistare alimenti di qualità, che devono rispondere a determinati requisiti e sono prodotti nel rispetto di precisi disciplinari che tutelano la territorialità, la tradizionalità e la tipicità italiana. Costituiscono inoltre una tutela anche per gli stessi produttori, nei confronti di eventuali imitazioni e concorrenza sleale.

    Per approfondire sull’argomento:
    Ministero delle Politiche agricole e forestali
    Banca dati dei prodotti per regione e per tipologia di prodotto

Leggi commenti: 0
Scrivi un commento
Crea il tuo catalogo

Seleziona uno dei cataloghi che Snaidero ha preparato per te e personalizzalo con i tuoi dati.

La creazione del catalogo può richiedere qualche minuto.
La compilazione dei campi del form è obbligatoria.