Cerca

Design lovers

Tendenze nell'abitare

02 Giugno 2013
redattore3

INTERVISTA A MASSIMO IOSA GHINI

La star del design si racconta

Tutti i lavori e i suoi progetti possiedono un minino comun denominatore: il disegno. Perchè?
"Il disegno è una componente fondamentale della mia vita. E' attraverso il disegno che trasferisco la mia idea agli altri, un modo per rendere concreti i miei pensieri. Per i miei lavori mi sono sempre ispirato all'arte, in particolare a due punti opposti: da un lato la pittura statica di Giorgio Morandi, dall'altro il dinamismo spamodico della pittura futurista fortemente visibile nei lavori del gruppo del Bolidismo del quale ho fatto parte".

Oggi tutti parlano di sostenibilità. Cosa significa per lei questa parola?
"La sostenibilità è una filosofia e deve coniugarsi neccessariamente con l'innovazione tecnica e stilistica. Sul fronte architettonico significa trovare un giusto rapporto tra design e riduzione dei consumi; per quanto riguarda il prodotto, grande attenzione richiede il tema della filiera produttiva. Su entrambe i fronti la mia attenzione alla sostenibiltà è preminente".

I suoi "pezzi" oltre a essere opere d'arte di design hanno cambiato il modo di vivere degli italiani e non solo. Cosa prova al pensiero di essere presente nelle vite delle persone?
"Non sono egocentrico, non penso molto al fatto di essere io ad entrare nei luoghi dove utilizzano i miei oggetti. Il mio obiettivo è creare dei prodotti belli ma "silenti".

Qual'è il prodotto che ha creato a cui è maggiormente legato?
"Amo molto le sedute in generale e ultimamente mi piace il camino che ho disegnato per Palazzetti. Inoltre, vado molto fiero di una cucina che anni fa ho progettato per Snaidero. L'ho scelta per casa mia e ogni volta che la vedo, vado fiero di me stesso".

cucina classica gioconda design cucina classica gioconda design

I suoi trent'anni di carriera vengono celebrati con numerose riedizioni dei suoi lavori. Quella di proporre oggetti del passato sembra essere una vera mania. Secondo lei è per mancanza di idee?
"E' vero, il vintage oggi è una mania. Trovo però che sia un modo per selezionare i prodotti, vengono rieditati e riscoperti solo i pezzi migliori. E' un modo anche per capitalizzare e premiare il proprio lavoro. In quest'ottica la riedizione non è un fashion trend ma una struttura virtuosa e stimolante".

(tratto da www.marieclaire.it - Morena Barbalinardo -)

Leggi commenti: 0
Scrivi un commento
Crea il tuo catalogo

Seleziona uno dei cataloghi che Snaidero ha preparato per te e personalizzalo con i tuoi dati.

La creazione del catalogo può richiedere qualche minuto.
La compilazione dei campi del form è obbligatoria.