Cerca

Quality lovers

Qualità e Materiali

10 Maggio 2013
cucina moderna board
sandra f

IL FASCINO DEL LEGNO IN CUCINA: UNICITA' INTAGLIATA

Per chi ama il legno in cucina si aprono un mondo di infinite possibilità. Scopriamo assieme caratteristiche e vantaggi di questo antico, ma rinnovato, materiale.

Quando si sceglie la cucina, grande attenzione va data alla giusta scelta delle ante valutando con attenzione il materiale, il colore, la facilità di pulizia, e le proprietà dei materiali di rivestimento. Le ante infatti sono soggette all’usura, soprattutto quelle che si trovano nelle vicinanze di elettrodomestici come lavastoviglie, lavello e forno.

Il LEGNO è il materiale per eccellenza nel campo dell’arredamento. Le strutture dei mobili (e spesso anche il loro aspetto), sono sempre state realizzate con esso, perché questo materiale tra le sue qualità intrinseche ha la resistenza, la robustezza e la duttilità di utilizzo.

Per chi ama il legno in cucina le opzioni sono numerose.

Una possibilità ricercata e sicuramente di grande pregio estetico è l’ANTA IMPIALLACCIATA LEGNO, disponibile in diverse essenze. L‘impiallacciato è costituito da un’anima in massello o più spesso in pannelli di particelle o fibre di legno, detto “base”, la quale è poi rivestita da fogli detti appunto di “piallaccio”, ossia sottili strati di legno pregiato che sono stati assemblati, il tutto viene poi sottoposto a finitura allo scopo di garantire protezione alla superficie e un piacevole effetto estetico.

La cosiddetta “IMPIALLACCIATURA” è una tecnica antichissima, utilizzata già molti secoli fa per la costruzione dei mobili. Questa tipologia di lavorazione, conferisce all’aspetto esteriore le stesse caratteristiche del legno massello con risultati qualitativi anche migliori, avendo la possibilità di eliminare parti con difettosità naturali non desiderate, e risultando nel complesso più economica e poco incline a scheggiature e deformazioni. Inoltre l’impiallacciato verniciato è facile da pulire: panno morbido umido, anche unito a un detersivo neutro non abrasivo; occorre però asciugarlo bene.

Un’alternativa più economica ma capace comunque di imitare alla perfezione l’effetto legno è appunto l’ANTA IN NOBILITATO “A EFFETTO LEGNO”. Il nobilitato è un pannello di particelle a base lignea che viene rivestito con un foglio decorativo impregnato di resina, una volta accoppiato e pressato sul supporto questo decorativo “nobilita” la superficie conferendogli l’effetto estetico voluto, tra i quali quello legno. Il nobilitato che si ottiene è resistente al calore, all’acqua e facile da pulire (basta un panno umido).

Questa materiale presenta inoltre altri vantaggi dal punto di vista tecnico:
- duro
- compatto
- omogeneo
- non poroso
- ad alta densità
- resistente all'usura
- resistente ai graffi
- resistente agli urti
- resistente alle macchie
- resistente all'umidità
- resistente a un calore non troppo elevato
- resistente alla luce
- igienico
- stabile
- infiammabile solo con fiamma diretta.

Pulire e mantenere in buone condizioni il laminato nobilitato è un’operazione piuttosto semplice per lo strato protettivo di cui è dotato, che lo protegge da macchie, urti e graffi. In genere, per la pulizia ordinaria, si utilizza un panno morbido con un detergente specifico, oppure un panno in microfibra. Per lo sporco più ostinato, si può utilizzare un detergente per vetri, e spazzole o spugne morbide, e successivamente è d’obbligo asciugare le tracce del detersivo, in modo da non lasciare opacizzazioni o striature. Per le macchie di calcare, si consigliano detersivi contenenti acidi deboli, come acido acetico o acido citrico diluito. Per il calcare più leggero, può bastare anche un panno morbido umido con un po’ d’aceto. Per le macchie di inchiostro ci vuole un panno imbevuto con alcool. Nella manutenzione del laminato, sono da evitare: pagliette in acciaio, prodotti abrasivi, detersivi in polvere e acetone.

Leggi commenti: 0
Scrivi un commento
Crea il tuo catalogo

Seleziona uno dei cataloghi che Snaidero ha preparato per te e personalizzalo con i tuoi dati.

La creazione del catalogo può richiedere qualche minuto.
La compilazione dei campi del form è obbligatoria.