Cerca

Quality lovers

Funzionalità in cucina

19 Febbraio 2013
cucina moderna code
sandra f

I NOSTRI CONSIGLI PER UNA COTTURA GREEN IN CUCINA

Scopri come dare un contributo importante e sostenibile scegliendo piani cottura, forni e cucine che siano funzionali e a alto risparmio energetico.

Parlando di preparazione dei cibi l’attenzione è spesso focalizzata sull’esperienza gastronomica, sia dal punto di vista della creatività che da quello del piacere della tavola.

Un contributo importante allo sviluppo sostenibile può essere dato però anche in questo settore scegliendo piani cottura, forni e cucine che riducano i consumi di elettricità, di gas e le emissioni nell’ambiente dei residui della combustione.

Scegli piani di cottura con bruciatori ad alto rendimento.
Il piano di cottura a gas durante la combustione che alimenta la fiamma, emette sostanze tossiche come il monossido di carbonio, nocivo per la salute delle persone e l’ossido di azoto, una delle principali cause del buco dell’ozono.
Per ottenere le migliori prestazioni di cottura, bassi consumi ed una ridotta emissione di sostanze nocive, i bruciatori devono garantire una corretta combustione e la totale stabilità della fiamma, che deve essere azzurra e regolare. Una fiamma gialla ed irregolare segnala una combustione non corretta.  

Usa pentole adatte alla dimensione del bruciatore.
Ogni bruciatore è destinato ad ospitare pentole con un diametro minimo e massimo.
Utilizza il bruciatore ausiliario o semirapido per la caffettiera o per cucinare con padelle di piccole dimensioni, limitando l’utilizzo dei bruciatori più potenti come il tripla corona per le pentole più grandi. Tutta la parte di fiamma che fuoriesce dal fondo della pentola è spreco energetico, rovina le pentole e brucia facilmente le pietanze in cottura.

Mantieni puliti piano cottura e bruciatori.
Pulisci regolarmente i bruciatori del piano cottura dai residui di cibo tracimati per evitare che si incrostino e che ostruiscano la fiamma. La fiamma sarà così sempre regolare e di colore azzurro, indice di un corretto processo di combustione.

Copri le pentole con i coperchi durante la cottura.
Utilizza i coperchi per pentole e padelle: risparmi così tempo ed energia, soprattutto per le cotture più lunghe o per portare ad ebollizione l’acqua.

Utilizza le griglie in ghisa.
Le griglie in ghisa sono quelle utilizzate nelle cucine professionali perché la ghisa garantisce un’ottima resistenza alle temperature più alte, una lunga durata nel tempo ed una migliore trasmissione del calore e quindi il pieno utilizzo del calore prodotto dai bruciatori, senza sprechi né dispersioni.

Scegli solo forni in classe A.
Anche per i forni da incasso, la normativa europea ha introdotto l’obbligo dell’Energy Label, l’etichetta energetica che valuta i prodotti in base alla loro efficienza energetica, offrendo al consumatore la possibilità di confrontare in modo oggettivo i diversi modelli. Per ridurre al minimo i consumi è opportuno scegliere forni di ultima generazione in classe A di efficienza energetica. In Italia il forno viene utilizzato mediamente 2 volte alla settimana per un totale di 200 ore/ anno. In un anno un forno in classe energetica C consuma circa 200 kWh, mentre un forno in classe A 160 kWh, un risparmio del 20%, che si può tradurre in 2 mesi e mezzo di uso del forno ad impatto zero.

Cucina su più livelli.
I forni multifunzione con resistenza posteriore permettono di cucinare diverse pietanze contemporaneamente su più livelli senza che odori e sapori si mescolino. Prepara la tua cena completa, dal primo piatto al dolce, in un’unica volta. Risparmierai tempo ed energia.

Sfrutta il calore residuo.
Spegni il forno alcuni minuti prima della fine della cottura ed utilizza il calore residuo per completarla. I forni più moderni, sono dotati di programmatori elettronici che spengono automaticamente le resistenze prima del tempo di cottura predefinito, sfruttando il calore residuo con un risparmio energetico fino al 20%.

Non aprire la porta inutilmente.
Elimina inutili aperture della porta del forno, sia per evitare dispersioni termiche ed inutili sprechi energetici, che per ottenere migliori risultati di cottura. Usa la finestra del forno per controllare lo stato della cottura.

Pulisci il forno alla fine di ogni cottura.
Sfrutta il calore residuo per pulire il forno alla fine di ogni cottura. I residui di cibo fresco saranno più facili da rimuovere con un semplice panno umido e non sarà necessario riscaldare nuovamente il forno per procedere alla pulizia con prodotti chimici.

FONTE: ECOGUIDA ELECTROLUX

Leggi commenti: 0
Scrivi un commento
Crea il tuo catalogo

Seleziona uno dei cataloghi che Snaidero ha preparato per te e personalizzalo con i tuoi dati.

La creazione del catalogo può richiedere qualche minuto.
La compilazione dei campi del form è obbligatoria.