Cerca

Quality lovers

Qualità e Materiali

09 Febbraio 2013
lave-vaisselle cuisine italienne équipée
sandra f

CURIOSITA' SULLE LAVASTOVIGLIE HI-TECH

Una panoramica su capienza, consumi, flessibilità degli interni, programmi ed elettronica, detergenti e molto altro; il tutto riferito alla mondo delle lavastoviglie.

La lavastoviglie è utilizzata oggi dal 40% delle famiglie italiane con un aumento che negli ultimi anni è stato del 4-5% circa: i margini di crescita, secondo i produttori sono ancora notevoli. Così, ci siamo immaginati qualche domanda e vi proponiamo le risposte.

Come possono le lavastoviglie essere sempre più capienti?
La capacità della vasca si misura in coperti, intendendo con questo temine l'insieme delle stoviglie, piatti, posate, bicchieri necessari per un posto tavola completo. Gli apparecchi standard ne contengono 12; molti tra i più recenti, a parità di dimensioni esterne, lavano 14-15 coperti; ora addirittura fino a 17. Ciò è possibile grazie una componentistica idraulica più compatta e quindi meno ingombrante, a cestelli più larghi e profondi e a griglie più ravvicinate.

Quanta acqua viene consumata?
E questo un parametro importante per valutare l'efficienza della lavastoviglie. La maggior parte dei modelli in classe A può richiedere da15 a meno di 10 litri d'acqua per un ciclo standard (in alcuni casi si scende addirittura a 6,5 litri). Questo risultato si ottiene con tecnologie che, nell'esecuzione del programma di lavaggio, consentono di filtrare perfettamente e di rimettere in circolo nella vasca migliaia di volte l'acqua caricata, sempre la stessa. Cosi, per un lavaggio in lavastoviglie si consuma fino al 90% in meno rispetto a quello a mano (80-100 litri) con consumi d'energia del 50% inferiori.

Che cosa significa "tripla classe A"?
Nelle lavastoviglie, oltre alla classe energetica (riferita ai consumi), ci sono quelle di lavaggio e asciugatura , tutte indicate da lettere dell' alfabeto . La maggior parte dei nuovi apparecchi è in classe A per tutti e tre i parametri. Prestazioni ancora migliori sono evidenziate dalle classi A+, A++ e A++ +; o da quelle con una percentuale preceduta dal segno meno dopo la lettera A (A-10%, A -20% e cosi via).

Sotto quali aspetti gli interni sono più flessibili?
Gli assetti interni variano a seconda del modello e del brand. Alcune caratteristiche ricorrenti sono i cestelli regolabili in altezza, anche a pieno carico, per riporre piatti fino a 35 cm di altezza; griglie abbattibili per sistemare facilmente le pentole; un terzo cestello superiore per appoggiare le posate in orizzontale; alloggi appositi per lavare i bicchieri a calice.

In che cosa si differenziano e i vari programmi?
I cicli di lavaggio di una lavastoviglie prevedono combinazioni diverse per quanto riguarda durata, temperatura e quantità d'acqua impiegata. Ai programmi standard nei modelli recenti si aggiungono quelli brevi o eco; e poi altri speciali, dedicati per esempio ai cristalli o ad altre stoviglie delicate.

Che cosa significa "lavastoviglie con collegamento diretto all'acqua calda"?
A differenza dei modelli tradizionali, nei quali l’acqua viene riscaldata all' interno da una resistenza elettrica, alcuni modelli di ultima generazione hanno anche la possibilità di essere alimentati direttamente con l’acqua calda di rete: un sistema che permette di ottenere un considerevole risparmio energetico.

Come sono cambiatele lavastoviglie dal punto di vista dell'elettronica?
Quasi tutti i modelli hanno sostituito i comandi meccanici con quelli elettronici. I più evoluti però hanno puntato anche sull'automazione nella scelta dei programmi e delle temperature; appositi sensori sul tubo di carico e di scarico rilevano rispettivamente la quantità di carico e la torbidità dell'acqua (al primo risciacquo), selezionando il ciclo più adatto. Un display multifunzione sul pannello comandi permette di tenere sotto controllo le impostazioni e di monitorare le fasi del programma.

In polvere, liquido o in pastiglie: come scegliere il detergente più adatto?
Non ci sono, nelle diverse tipologie di prodotto, differenze rilevanti nella resa. Le pastiglie, concentrate e compatte, si sciolgono meglio nei programmi ad alte temperature; quelle chiamate 2 in 1, 3 in 1, 4 in 1 (e cosi via), che contengono oltre al detersivo anche Il sale, il brillantante e altri detergenti per la cura delle stoviglie, sfruttano al meglio le loro potenzialità solo nei modelli più recenti; questi dispongono di opzioni di lavaggio che suddividono l’impiego dei diversi prodotti a seconda della fase di lavaggio.

GLI IRRORATORI
Chiamati anche mulinelli, questi elementi svolgono all'interno della lavastoviglie un'azione fondamentale: sostituirsi al movimento meccanico del braccio umano che strofina e deterge le stoviglie durante il lavaggio a mano. Ciò è possibile perché gli irroratori, durante il ciclo, erogano acqua a ripetizione imprimendo una pressione a vari livelli, sufficiente per lavare con forza le stoviglie, raggiungendo anche i punti più distanti all'interno del cestello.

Così l'acqua arriva ovunque.
Gli irroratori sono bracci rotanti simili a pale che, posizionati sotto ciascuno dei cestelli, spruzzano acqua in tutto il volume della vasca: il liquido fuoriesce attraverso piccoli fori di diametro 1-2 mm che si trovano nella parte superiore dei mulinelli (in molti casi ne è presente uno anche sotto). A seconda del produttore e del modello, i mulinelli possono avere forme e modalità di funzionamento diverse. "Nelle lavastoviglie sono presenti due irroratori principali ai quali se ne possono aggiungere altri di dimensioni più piccole (fino a un totale di 5 elementi), installati nella parte superiore o in altri punti della vasca, allo scopo di migliorare la distribuzione dell'acqua.

Sistemi di lavaggio
Il getto d'acqua che fuoriesce attraverso gli ugelli degli irroratori determina varie tipologie di lavaggio che si differenziano a seconda dei modelli di lavastoviglie. I metodi principali di irrorazione dell'acqua in una lavastoviglie sono:
LAVAGGIOALTERNATO: l'acqua viene indirizzata verso il cesto inferiore e quello superiore, con andamento alternato.
A IMPULSI: in questo caso variano l'angolazione dei getti e la pressione dell'acqua: più forte serve per rimuovere lo sporco, quando è meno intensa permette di ammorbidirlo.
CONSISTEMATRASLANTE: speciali dispositivi spingono l'acqua in ogni angolo del vano della lavastoviglie.
ORBITALE: si basa sull' azione di due eliche rotanti "satellite" fissate alle estremità degli irroratori. Questo sistema permette di avere un getto d'acqua distribuito in modo più capillare anche negli angoli e nei punti della vasca più difficili da raggiungere.

Leggi commenti: 0
Scrivi un commento
Crea il tuo catalogo

Seleziona uno dei cataloghi che Snaidero ha preparato per te e personalizzalo con i tuoi dati.

La creazione del catalogo può richiedere qualche minuto.
La compilazione dei campi del form è obbligatoria.