Cerca

Quality lovers

Qualità e Materiali

16 Gennaio 2013
sandra f

COME SCEGLIERE IL PIANO IN PIETRA

In questo secondo appuntamento dedicato alla scelta dei piani di lavoro della tua futura Snaidero, vi proponiamo un utile approfondimento sulle Pietre.

Il piano di lavoro di una cucina deve soddisfare diverse condizioni. Oltre ad avere una bella estetica, deve soprattutto rispondere ai nostri requisiti di utilizzo ed igenici. Ciò significa che deve, quanto più possibile, non trattenere lo sporco, non assorbire liquidi e consentire una pulizia e una manutenzione facili e rispettose dell’ambiente. Se possibile, inoltre, per un lungo periodo di tempo non dovrebbero presentarsi segni di usura o solo pochi. Un piano di lavoro in pietra naturale soddisfa questi requisiti come nessun altro.

Da Sapere

Le Pietre sono rocce sedimentarie di origine calcarea o arenaria, costituite in gran parte da carbonato di calcio, silicie ed ossidi di ferro e sono state appositamente selezionate dalle cave più prestigiose e importanti.
Le pietre vengono scelte come materiale per i piani di lavoro in cucina, per l’elevata apprezzabilità delle proprie caratteristiche naturali, consapevoli della delicatezza per l’uso domestico ma allo stesso tempo, come accadeva per le pietre antiche dei mobili d’epoca, più si utilizza, più aumenta il suo valore nel tempo.
Tutte le pietre naturali, ove più ove meno, sono caratterizzate da irregolarità, venature, maculature, magrosità, intrusioni ferrose, screpolature o porosità. Dette caratteristiche sono quindi da ritenersi proprie delle pietre naturali e contribuiscono a rendere ancora più unico il top della tua cucina Snaidero. Come tutti i materiali naturali, nel tempo sono soggetti a variazioni cromatiche, anche in maniera difforme, per effetto di esposizioni a raggi solari, assorbimento di vapori acquei o in genere umidità, altri agenti fisici, ecc...

Consigli per l’uso e la manutenzione

E’ importante verificare che il montaggio del top sia eseguito a regola d’arte, che le basi su cui appoggia siano montate perfettamente in bolla, in quanto in caso contrario, pesi di qualsiasi genere (sacchetti della spese, pile di piatti ecc.) possono causare leggeri cedimenti, dando origine a piccole lesioni o crepe in particolare in prossimità dei fori.

La pietra è un materiale particolarmente delicato e altamente assorbente, per cui qualsiasi tipo di sostanza (olio, caffè, vino, succo di agrumi, detersivi, cola, pomodoro, e tutti quei prodotti corrosivi o coloranti che si trovano comunemente in cucina) va immediatamente pulita entro pochi secondi e ciò nonostante, in taluni casi, può comunque non essere sufficiente a evitare le macchie. Per ritardare l’assorbimento, consigliamo di trattare periodicamente il piano con prodotti specifici.

Quello che invece non va mai fatto è di tagliare direttamente sul piano agrumi o frutti acidi, nonché il pane o quant’altro, per evitare di macchiare o graffiare lo stesso, avvalersi di un tagliere. Oltre a ciò è bene evitare di battere con il batticarne direttamente sul piano, perché i colpi possono incrinare o rompere il top, e appoggiare o urtare violentemente il top con le pentole, bottiglie o altri oggetti pesanti, in quanto possono arrecare sticchiature o crepe.

Fig.1 - Code con piano lavoro in granito Pacific Dark fiammato.
Fig.2 - Idea con piano lavoro in marmo grigio orientale fiammato. 

Leggi commenti: 0
Scrivi un commento
Crea il tuo catalogo

Seleziona uno dei cataloghi che Snaidero ha preparato per te e personalizzalo con i tuoi dati.

La creazione del catalogo può richiedere qualche minuto.
La compilazione dei campi del form è obbligatoria.