Cerca

Quality lovers

Qualità e Materiali

29 Maggio 2013
silvia

ARREDARE A BASSO IMPATTO AMBIENTALE

La formaldeide: cos'è e come scegliere prodotti a bassa concentrazione

Quando costruiamo, ristrutturiamo o semplicemente arrediamo la nostra abitazione spesso dobbiamo affrontare il problema di come usare una specifica tecnologia e dove reperire uno specifico materiale. Le cose si complicano ulteriormente se tali prodotti li ricerchiamo ecologici, cioè rispettosi delle problematiche ambientali e della salute dell'uomo.

Gli arredi, ad esempio, possono assorbire alcune sostanze chimiche nocive durante i processi di produzione, verniciatura e pulizia, che una volta posizionati all'interno delle nostre case vengono immesse nell'ambiente con conseguente rischio per la nostra salute. Negli ultimi anni la maggior parte dei mobili e degli arredi è stata fabbricata con prodotti a base di legno (lamelle, fogli, particelle, fibre etc.) e successiva ricomposizione in pannelli. Il grado di emissione di sostanze tossiche è maggiore quando le superfici ed i bordi di questi prodotti non sono laminati o rivestiti. Infatti, spesso il materiale utilizzato, come gli adesivi, gli indurenti, i lucidanti, ecc. contiene composti tossici come la formaldeide. La formaldeide è considerata, infatti, una sostanza pericolosa per la salute dell'uomo, per i suoi possibili effetti a breve ed a lungo termine a carico dell'apparato respiratorio. La potenziale pericolosità è legata prevalentemente alla sua estrema volatilità.

Per scongiurare il pericolo dei danni alla salute per chi risiede negli ambienti arredati, occorre prendere alcune precauzioni e cioè:

  • Verificare che tutti i prodotti a base di legno che contengono urea-formaldeide siano certificati secondo gli standard di bassa emissione di formaldeide e VOC. Per ciò che riguarda specificatamente il settore del legno, la formaldeide trova applicazione nella produzione di resine che sono impiegate la fabbricazione dei pannelli. Attualmente il marchio CQA-Formaldehyde E1 contraddistingue le produzioni di pannelli a bassa emissione di formaldeide rispondenti ai requisiti imposti dalle normative internazionali in materia.
  • Comprare mobili e materiali rifiniti in legno che abbiano superfici e bordi laminati (i pannelli grezzi o comunque non laminati emettono più formaldeide rispetto a quelli ricoperti).
  • Dopo aver collocato i mobili nuovi all'interno dei locali ventilare per almeno 72 ore.
  • Cercare di mantenere bassi tassi di temperatura e umidità per limitare le emissioni dei composti organici volatili.
  •  

Snaidero, da sempre sensibile a scelte ecologiche, con il lancio della nuova cucina Orange ha scelto l'adozione di un nuovo pannello low emission di particelle di legno di spessore 19 mm, in cui l'emissione di formaldeide è drasticamente ridotta a meno della metà dello standard europeo E1. Il pannello low emission risponde anche alle norme californiane CARB (California Air Resources Board) tra le più restrittive al mondo in materia di emissioni di formaldeide dai pannelli a base di legno e dai prodotti finiti con essi costruiti.

Visita il sito ufficiale di Orange

Leggi commenti: 0
Scrivi un commento
Crea il tuo catalogo

Seleziona uno dei cataloghi che Snaidero ha preparato per te e personalizzalo con i tuoi dati.

La creazione del catalogo può richiedere qualche minuto.
La compilazione dei campi del form è obbligatoria.